Cambogia, nella terra dei sorrisi
Partenze Garantite - 8 giorni / 7 notti

Phnom Penh – Isola di Kodach - Battambang - Siem Reap - Kompong Kleang – Kompong Thom - Phnom Penh

1° Giorno Phnom Penh
Arrivo in aeroporto e dopo l'espletamento delle formalità doganali per l'ingresso nel paese,  accoglienza da parte della guida e trasferimento con transfer privato presso hotel. Pernottamento presso l'hotel..

2° Giorno Phnom Penh – Isola di Kodach in Tuk Tuk - Phnom Penh
(prima colazione e pranzo presso un'abitazione locale)

Dopo la prima colazione, partenza dall'hotel per raggiungere il punto di attraversamento sul fiume, da dove inizierà la navigazione a bordo di un’imbarcazione locale alla volta della cosiddetta Isola della Seta, Koh Dach. Si risalirà il fiume in barca contro corrente e, una volta raggiunta l’isola lunga circa 7 chilometri, si lascia l'imbarcazione per continuare l’esplorazione in tuk tuk. Si resterà esterrefatti da quanto rapidamente il paesaggio ed il ritmo della vita vadano modificandosi a vista d’occhio. La città energica ed affollata lascerà ben presto il posto a distese di campi, casette in legno e pagode dorate. Spostarsi in tuk tuk darà la possibilità imperdibile di vivere la vita di ogni giorno, facendo anche più tappe  per rubare istanti genuini della realtà degli abitanti del luogo. Dopo circa 6 chilometri, si raggiungerà una tradizionale palafitta, che ospita un piccolo ristorante. Qui terminerà il percorso, con un buon pranzo in un’atmosfera accogliente e distesa. Tempo a disposizione per relax prima di fare ritorno in auto alla multicolore città di Phnom Penh.
Phnom Penh, che sorge alla confluenza di quattro diramazioni del fiume Mekong Chaktomuk, capitale del Paese dopo Angkor per più di 600 anni, vanta un notevole patrimonio storico. Visita del Palazzo Reale, edificato nel 1866 e la Pagoda d’Argento, all’interno del complesso del Palazzo. La maggior parte dei tesori qui esposti sono stati offerti dal Re di Cambogia ed includono regali provenienti da molti altri paesi. Tra i vari capolavori, spicca un Buddha in oro massiccio del peso di 90 chilogrammi, incastonato di 9,584 diamanti ed un Buddha di smeraldo e di cristallo risalente al XVII secolo. Si raggiungerà poi Wat Phnom, un’antica pagoda arroccata su una collina, commissionata nel 1372 da un’abbiente donna khmer per conservare alcune sacre reliquie.
Attenzione: Le visite del Palazzo Reale, della Pagoda d’Argento saranno effettuate da guide locali.
Le  guide ufficilai dei corrispondenti locali non sono comunque autorizzate a seguire il gruppo.
Il Palazzo Reale e la Pagoda d’Argento chiudono a volte senza preavviso per cerimonie ufficiali. La visita sarà allora sostituita con un’altra possibile.

Attenzione non avvicinatevi alle numerose scimmie che vivono sul Vat Phnom: possono essere aggressive

3° Giorno Phnom Penh – Battambang
(prima colazione, pranzo e cena)

Situata a nord-ovest di Phnom Penh, Battambang rimane ufficialmente la seconda città più grande del Paese, benché si stia sviluppando più lentamente di Siem Reap. Lungo il tragitto che condurrà a destinazione, si potranno effettuare innumerevoli interessanti tappe. Dopo la prima colazione, l'avventura inizia lungo le sponde del fiume Tonlé Sap, presso un villaggio di fabbri, esperti nella lavorazione del ferro. Nelle vicinanze, si erge la collina di Oudong: attuale luogo di pellegrinaggio ed antica capitale del regno della Cambogia. Qui si ergono antiche pagode che conservano reliquie di re dell’antichità ed edifici più recenti che inneggiano al Budda. Una volta raggiunta la cima, godrete di un panorama mozzafiato che si schiude davanti ai vostri occhi. Impenetrabili foreste, sconfinate aree pianeggianti, verdeggianti risaie, laghi sfavillanti e villaggi locali punteggiati di pagode, lasceranno esterrefatti. Proseguimento poi con la visita al villaggio di Kampong Chhnang: situato alla bocca del nel maestoso Lago Tonle Sap. Sul lago, si potranno ammirare numerosi villaggi galleggianti. Il nome Kompong Chhnang, “porto delle ceramiche”, rivela l’importanza della lavorazione della terracotta per l’economia dei villaggi. Una volta raggiunta la città di Pursat, rinomata per le sue cave di marmo, si potrà assistere all’abile lavoro degli artigiani, che da blocchi di marmo grezzo danno vita a eleganti sculture. Proseguimento del viaggio che attraverso le risaie, porterà finalmente a scorgerete la sagoma di un gigante nero che brandisce un bastone in legno: benvenuti a Battambang! 

4° Giorno Battambang - Siem Reap
(prima colazione e pranzo)

Dopo la colazione, trasferimento presso l’antica pagoda Wat Balat, che si erge a circa 3 chilometri dal centro città. Da qui, a bordo di un tuk tuk, attraversosi percorreranno sentieri poco battuti e si entrerà in sintonia con gli abitanti dei villaggi dell’entroterra cambogiano. Lungo il percorso che costeggia il fiumiciattolo,si potrano osservare abitazioni tradizionali immutate da generazioni, verdeggianti risaie, lavorazioni artigianali peculiari e molto altro ancora. Possibilità di prendere parte alla vita quotidiana dei locali per immergervi nella loro routine mentre si accingono a manifatturare coltelli, preparare il riso appiccicoso e la pasta di pesce, Prahok. Un’esperienza indimenticabile, accompagnati dalle risate di bambini curiosi, che salutano da lontano. Termine dell' avventura con una visita al piccolo tempio angkoriano Ek Phnom, costruito nell’XI secolo.
Proseguimento per Siem Reap percorrendo la strada che serpeggia la sponda nord del Lago Tonle Sap e passa per Sisophon, nella provincia di Banteay Meanchey. I 200 chilometri che separano da Siem Reap sorprenderanno con verdeggianti risaie e villaggi punteggiati da casette tradizionali Khmer. Possibilità di osservare alcuni tagliapietre all’opera e le cui tecniche di lavoro risalgono all’era di Angkor e vengono tramandate con orgoglio di generazione in generazione. 

5° Giorno Angkor Wat - Banteay Srei - Ta Prohm
(prima colazione  e pranzo)

Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita del tempio più rinomato: Angkor Wat di cui si rimarrà esterrefatti per le dimensioni della costruzione. L’opera d’arte architetturale impressiona non soltanto per la sua imponente struttura, ma anche per la miriade di dettagli tutti da scoprire. 
Successiva visita al Banteay Srei, la cosiddetta cittadella delle donne, rinomata non per la sua grandezza, bensì per la sua eleganza. Un’ultima pausa presso Ta Prohm, un tempio che è stato inghiottito dalla foresta tropicale.
In serata si scoprirà il Phare ‘Circo Cambogiano’, un’ONG fondata nel 1994 per offrire una formazione artistica ai giovani cambogiani più poveri. Lo spettacolo, che dà una visione d’insieme sulla storia e sulla cultura, è ideale per ogni età. Le esibizioni, effettuate con professionalità da talentuosi giovani artisti, trasmetteranno energie positive e mostreranno un volto vivo e dinamico della Cambogia. Lo scopo di ogni performance è di dare ai viaggiatori un’idea della presente situazione artistica ed al contempo di rivelare un pezzo di preziosa storia khmer. Alcuni show trascineranno nell’epoca dei Khmer Rossi, altri si concentrano sulle problematiche attuali della società khmer. Ognuno a modo suo, vale la pena di essere apprezzato!

6° Giorno Preah Khan - Neak Pean - Thommanon - Chau Say Tevoda - Angkor Thom
(prima colazione e cena)

La mattina si comincerà con la visita al Tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191 in onore di suo padre, il Dio risparmiatore del Buddismo Mayahanista: il tempio era in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’unica isola-tempio di Angkor: si dice che rappresenti simbolicamente Anavatapta, il lago sacro e mitico dell’Himalaya, venerato in India per le proprietà curative delle sue acque. Il grande bacino centrale è collegato ad altri quattro bacini più piccoli che rappresentano i quattro grandi fiumi della terra e i quattro punti cardinali. Ciascuno di loro possiede un "gargoyle" (figura animalesca): il leone, il cavallo, l'elefante e l'uomo. Proseguimento della visita di Angkor alla volta dei due bellissimi templi di Thommanon e Chau Say Tevoda, risalneti al XII secolo e costruiti sotto il regno di Suryavarman II: qui (in particolare a Chau Say Tevoda) si trovano sculture in onore di Shiva e Vishnu oltre a devatas di una grazia eccezionale.
Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita di Angkor Thom (letteralmente ‘grande città’, un tempo capitale del regno di Jayavarman VII) cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio di Bayon del XII, dedicato al buddismo. Il tempio – considerato una riproduzione del Monte Meru sacro agli induisti - è composto da circa 54 torri quadrangolari raffiguranti 216 visi del Dio Avalokitesvara. Si continua con la visita alla Terrazza degli elefanti - un’area di 350 metri a lato dell’imponente Piazza Reale, in passato luogo deputato alle cerimonie pubbliche – per finire con la Terrazza del re Lebbroso: costruita nel XII secolo, deve il suo nome al ritrovamento di una statua che ricordava l’immagine di un malato di lebbra.
La giornata non può che terminare con la visita del Museo Nazionale di Angkor: 8 gallerie in oltre 20.000mq dedicati all’antica civiltà di Angkor. Manufatti, incisioni, reperti religiosi e testimonianze dell’eccezionale evoluzione sociale di una delle più antiche popolazioni mai esistite.  
Cena in ristorante con spettacolo di danze “Apsara” (non privato). Pernottamento in hotel.

7° Giorno Siem Reap - Kompong Khleang – Kompong Thom - Phnom Penh
(prima colazione e pranzoin un'abitazione locale)

Nella prima mattinata raggiungerete il villaggio galleggiante di Kompong Kleang, a circa 40 chilometri da Siem Reap. Le sue case su palafitta che si riflettono sull’acqua offrono uno spettacolo eccezionale. A seconda della stagione e del livello dell’acqua, vedrete dinnanzi a voi slanciate palafitte, piane alluvionali, risaie e distese d’acqua a perdita d’occhio. Saltate su un’imbarcazione locale per la navigazione lungo i canali alla volta del grande lago: sarà curioso scoprire come gli abitanti spostino le proprie case a seconda delle stagioni. Dopo pranzo, ritorno a Siem Reap.
Mentre si viaggia in direzione di Pnom Penh,  tappa presso Kompong Kdei, dove un ponte dell’epoca di Angkor si erge fiero ed intatto. Più avanti, si potranno vedere i magnifici resti del tempio di Sambor Prei Kuk, l’antica capitale dell’epoca di Chenla. Non resta che una curiosa tappa lungo il vostro percorso: il villaggio di Skun. La regione è infatti rinomata per il mercato dei ragni. Speziati o fritti, i ragni vengono utilizzati in centinaia di piatti. Molti venditori faranno del loro meglio per invitarvi ad un assaggio: “Provateli, sono croccanti!”. Arriverete a Phnom Penh nel tardo pomeriggio
Cena libera. Pernottamento in albergo.
Alternativa per la stagione secca (da aprile fino a luglio):
In mattinata trasferimento al porto di Chong Khneas dove vi imbarcherete a bordo di una barca locale per scoprire la vita degli abitanti sul lago. Partenza per Kompong Thom. Pranzo lungo la strada. Arrivo a Phnom Penh in fine della giornata. Cena libera. Pernottamento in albergo.

8° Giorno Phnom Penh - partenza (prima colazione) 
Tempo libero fino a trasferimento in aeroporto per volo di rientro. La camera e` disponibile fino a mezzogiorno. Pasti liberi. 

  DOPPIA SINGOLA
fino al 29 Dicembre 2020 da € 907,00 da € 1178,00
Clicca qui per visualizzare il programma dettagliato

Voli a partire da € 660 (tasse incluse)

DATE DI PARTENZA
Gennaio: 7, 21 Febbraio: 4, 18 Marzo: 3, 17, 24 Aprile: 7, 28 Maggio: 12 Giugno: 16 Luglio: 14, 28
Agosto: 4, 11, 18 Settembre: 15 Ottobre: 13, 27 Novembre: 3, 10, 17, 24 Dicembre: 8, 22, 29

Hotel previsti o similari 
Phnom Penh: Double Leaf Boutique Hotel * * * *
Battambang: Classy Hotel and Spa * * * *
Siem Reap: Tara Angkor ****

La quota comprende 
I transfer di arrivo e partenza dagli aeroporti, Il trasporto in minibus privati climatizzati, la sistemazione negli hotel indicati o di pari categoria in base alle disponibilità.  I pasti come da programma. Si prega di notare che i pasti sono menù fissi e non à la carte. Guide locali in italiano, le spese di entrata nei siti turistici, le escursioni come da programma.

La quota non comprende
I voli internazionali e le tasse aeroportuali, le bevande e i pasti non indicati nel programma, Le spese personali, Mance, assicurazione medico bagaglio e booking fee € 70, assicurazione annullamento 3% del totale pratica, tutti i servizi non espressamente indicati nel programma.

Sostenibilità - 'GO GREEN' viene drasticamente ridotto l'utilizzo delle bottiglie di plastica: durante il tour i mezzi di trasporto vengono dotati di refill stations di acqua e ogni viaggiatore di una bottiglia in alluminio. Nel rispetto dei Paesi e le popolazioni che ci ospitano, a partire dai più piccoli, non sosteniamo esperienze che possano in alcun modo promuovere lo sfruttamento di animali