...attendere...
LAOS
Tiziano Terzani disse "Il Laos non è un posto… è uno stato d'animo". Questo piccolo paese asiatico colpisce profondamente i visitatori proprio grazie alla sua tangibile atmosfera di spiritualità e calma. La profonda fede buddhista è la vera anima del Laos: ovunque sorgono splendidi templi e monasteri da cui si alzano sottili nuvole d'incenso che profumano l'aria. Sarebbe impensabile lasciare questo luogo senza aver ammirato il Taat Baat, l'antichissimo rito dell'offerta di cibo ai monaci theravada, che si ripete da oltre 2500 anni. 

Nonostante sia senza sbocchi sul mare, il paesaggio è suggestivo e variegato: catene montuose, cascate pittoresche, cittadine e piccoli villaggi e il grande fiume Mekong, "la Madre di tutte le Acque". Parte del fascino di un viaggio in Laos sta nella navigazione sulle lance tradizionali lungo il Mekong, che scorre pigramente disegnando ampie curve nel paesaggio, scandendo la vita nei piccoli villaggi che sorgono lungo le sue sponde. 

Vientiane, la capitale, sorge sulle sponde del Mekong ed è una piacevole cittadina a portata d'uomo che non ha nulla in comune con le grandi e caotiche capitali asiatiche dei paesi vicini. Ma il vero gioiello del Laos è senz'altro la splendida Luang Prabang. Situata sulla confluenza tra il Mekong ed il Nam Seng, è caratterizzata da belle casette basse, innumerevoli templi e monasteri in ogni stile e un'intensa spiritualità. La Piana delle Giara è un luogo ricco di siti archeologici composti, per la maggioranza, da enormi giare cui utilizzo originale è tutt'ora avvolto dal mistero. A sud del Paese si trova lo spettacolare arcipelago delle 4000 isole, habitat naturale del rarissimo delfino d'acqua dolce e, al nord, remoti villaggi di gruppi etnici dagli abiti variopinti e finemente decorati, dove lo stile di vita e le antiche tradizioni sono rimaste praticamente inalterate nel tempo.