...attendere...

MYANMAR - INFORMAZIONI UTILI



Formalità di ingresso: Il Ministero degli Esteri della Repubblica dell'Unione del Myanmar ha annunciato l'introduzione del visto d'ingresso nel Paese online a partire dal 1 settembre 2014. E-visa consente di far domanda di visto per turismo per i cittadini di 41 Paesi (inclusi i 28 dell'Unione Europea) e dei 10 Paesi membri dell'Asean. Le informazioni per l'ottenimento del visto online sono reperibili sul sito web evisa.moip.gov.mm/ . Dal 1° Ottobre 2019 è necessario richiedere il visti secondo le seguenti istruzioni http://www.mip.gov.mm/portfolio/the-required-terms-and-conditions-for-visa-on-arrival/ --
A cittadini di altre nazionalità raccomandiamo di verificare le formalità di ingesso con l’ambasciata del proprio Paese.
Consigliamo di dotarsi sempre di fotocopia del proprio passaporto e due fotografie formato tessera, custoditi in un luogo diverso dal passaporto originale. Questo può facilitare e velocizzare le procedure in caso di smarrimento del documento.

Formalità doganali: è obbligatorio dichiarare, all’entrata ed all’uscita dal Paese, qualsiasi valuta straniera il cui ammontare superi o sia equivalente al valore di 10.000 Dollari USA. I bagagli dei viaggiatori possono essere sottoposti a controlli accurati.
Qualsiasi pubblicazione o materiale audiovisivo, considerato dalle Autorità locali di natura indecente o lesiva dell’interesse ed integrità del Paese, può essere sottoposto a sequestro.
E’ obbligatorio dichiarare all’arrivo il possesso di eventuali gioielli (anelli, bracciali, collane, etc.) indicandone il valore. Gli inadempienti potrebbero, al momento della partenza, essere sospettati di esportazione illegale di preziosi.
E’ illegale l’esportazione di oggetti di culto, di antiquariato e frammenti di monumenti. Si raccomanda di evitare di raccogliere frammenti di monumenti che apparentemente giacciono incustoditi. I controlli doganali sono particolarmente attenti e severi.
’acquisto di pietre preziose, gioielli e oggetti di valore, a solo scopo personale, deve essere effettuato esclusivamente presso negozi autorizzati, i quali sono tenuti a rilasciarne ricevuta, necessaria all’esportazione, da esibire alle autorità aeroportuali all’uscita del Paese.
E’ consentito:
a) effettuare pagamenti e ritirare denaro in contante con carte di credito Mastercard e Visa;
b) avvalersi di trasferimenti valutari internazionali.
Si consiglia vivamente ai viaggiatori di arrivare in Myanmar con sufficiente valuta in contanti preferibilmente Euro o Dollari USA di nuova stampa e ben conservati.

Clima: clima tropicale suddiviso sostanzialmente in tre principali stagioni: la stagione calda (da marzo a metà maggio) con temperature dai 25° ai 38°, la stagione delle piogge (da metà maggio a settembre) con temperature dai 23° ai 33° e la stagione fresca ed asciutta (da ottobre a febbraio) con temperature da 18° a 24°. Durante l’inverno, nei luoghi in collina o montagna, ad esempio sul Lago Inle, la temperatura può scendere anche fino a poco sopra allo 0°, in particolar modo durante la notte.

Fuso orario: quando in Italia è in vigore l’ora solare, in Myanmar sono 5 ore e 30 minuti avanti. Durante l’ora legale la differenza diventa di 4 ore e 30 minuti.

Salute: non è obbligatoria alcuna vaccinazione. Onde evitare disturbi intestinali, si consiglia di consumare bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio e di non mangiare verdure cruda o frutta già sbucciata nei ristorantini a bordo delle strade. Negli alberghi di livello internazionale non è necessario adottare queste misure cautelari.
Consigliamo, come precauzione, di mettere in valigia un disinfettante intestinale, antidiarroici, antinfluenzali, collirio e cerotti, antibiotico a largo spettro, medicine di uso comune (le potete donare alla fine del viaggio se volete). In caso di bisogno, si trovano le medicine a Yangon, magari sotto altra marca e nome, ed ogni albergo è convenzionato con un dottore locale. A Yangon esistono buoni ospedali e bravi dottori, ma per i casi gravi è certamente necessario ricovero in Thailandia o rientrare in Italia.

Lingua: la lingua ufficiale è il birmano, l’inglese è diffuso nelle maggiori località turistiche.

Moneta e forme di pagamento: la moneta ufficiale è il Kyat (K).
Il cambio valuta può essere effettuato presso gli ormai numerosi sportelli di cambio, presenti anche all’aeroporto o nelle banche operanti nel Paese. La valuta locale ha corso legale esclusivamente in Myanmar ed è utilizzata per le spese in loco mentre generalmente l’acquisto dei biglietti aerei, sia interni che internazionali, viene effettuato in dollari.
Si suggerisce di portare USD che si possono anche usare comunemente. Gli Euro invece vanno cambiati in Kyats. Il cambio del kyat (si pronuncia “ciat”) è ora più stabile, ed è regolato dalla banca centrale del Paese. Limitare il cambio in kyat al minimo (100 usd p.p.), visto che è poco conveniente riconvertirli in dollari alla partenza. Ora è possibile prelevare contanti in valuta locale a YANGON (massimo 300,000 Kyats) dalle macchine ATM della banca CB, con una tassa a transazione di 5000 kyats.
Le carte di credito autorizzate sono MASTER CARD, VISA, VISA ELECTRON, MAESTRO, CIRRUS. Questo servizio è in tutto il Paese.
Sempre più locali, hotel e negozi accettano la carta credito, con tasse da 3 a 4%

Le sanzioni sono state tolte da poco, ma in Birmania PUO’ comunque ancora essere problematico l’ uso di carte di credito, è quindi meglio portare contanti in dollari Usa o Euro.
Le banconote devono essere “nuove” e quelle vecchie o rovinate, scritte, tagliate o anche sporche in Birmania non sono accettate.

Uffici Cambio
Sono ora aperti ovunque, nelle principali località turistiche: Yangon, Bagan, Mandalay e Inle e praticano il cambio ufficialmente indicato dalla Banca Centrale birmana. Non c’è più il cambio al mercato nero!

Telefono: In Birmania è ora permesso portare il proprio cellulare, ma ad oggi non c’è ufficialmente un vero e proprio servizio roaming, anche se recentemente, causa processo di modernizzazione delle connessioni, molti turisti hanno chiamato l’Italia col loro numero italiano (di solito avviene con sim a contratto e non prepagate e con roaming via Thailandia ...CARO). Consigliamo portare apparecchi Smartphone perché su questi in particolare si basa il servizio di comunicazioni. Ad oggi, si possono comprare simcard locali MPT (ufficiali del governo) al costo di 1,50 usd per la sim + la carica di minimo 5 usd e un ulteriore tassa di usd 10 per chi richiede l’accesso ad internet 3G. Costo delle telefonate verso Italia utilizzando la sim locale: usd 1.00 al minuto circa. La maggior parte dei turisti utilizza senza bisogno di schede locali, il wi-fi dell’hotel (Lobby o ristorante), quindi: Skype, Whatsapp e Viber funzionano ovunque sia presente il WiFi.
Le telefonate internazionali da telefono fisso in hotel costano circa usd 15 netti al minuto (3 minuti minimum charge) calcolati appena si prende la linea. Se si chiama dalla camera, anche e comunque se non c'è risposta dall' altra parte. Questo non avviene se telefonate invece tramite l’operatore o presso il business centre/reception dell’hotel.
Preghiamo notare che nella zona di INLE, NgweSaung e Ngapalila connessione è lentissima e difficile.

Religione: la maggioranza della popolazione segue il Buddhismo Theravada, ma nel paese regna grande libertà religiosa, vi sono, dunque, luoghi di culto anche cristiano di tutte le chiese, sinagoghe, moschee e templi indù.
Per visitare i luoghi sacri bisogna tenere un comportamento rispettoso e contenuto ed indossare abiti adatti (non sono graditi pantaloncini, gonne molto corti e canottiere). I templi devono essere visitati a piedi nudi.

Abbigliamento: Abiti casual, primaverili/estivi. Da dicembre a Febbraio, la mattina presto e dopo il tramonto la temperatura cala e fa freddo anche nelle LOCALITA’ BALNEARI.
Si suggerisce quindi di portare una giacca o felpa che sono utili anche per proteggersi dall’aria condizionata sul pullman, negli hotel e nei ristoranti. La Birmania è un Paese molto tradizionale: non sono graditi shorts e canottiere.
Nei templi e pagode è obbligatorio andare a piedi nudi (senza calze) ed avere un abbigliamento discreto (evitare canottiere/shorts/minigonne, scollature ampie). Utile portare un paio di sandali (infradito). Fare molta attenzione alle variazioni di temperatura dovute all'aria condizionata nei locali / veicoli, responsabile di bronchiti ed influenze. Utile: cappello ed occhiali per il sole, crema solare (utile anche per le gite in barca al lago Inle causa rifrazione solare sulle acque del lago), costume da bagno. Lenti a contatto/occhiali di riserva per chi li porta. Durante l’inverno (dic/feb) lo Stato Shan (Inle, Pindaya,etc) è ’piuttosto freddo nelle ore serali, notturne e di primo mattino (può fare anche pochi gradi sopra lo zero), e nella maggior parte degli hotel più economici non esiste riscaldamento, quindi arrivare preparati. E’ utile una giacca a vento per la visita del lago in barca, ed un pigiama per la notte. Appena il sole splende, la temperatura torna piacevolmente “primaverile-estiva”.

Elettricità: L’elettricità è a 220/230 volts. Per l’uso di piccoli apparecchi personali portare un adattatore universale. Le spine sono a lamella o a 2 buchi (non a 3 come in Italia)

Fotografie e riprese: E’ proibito fotografare i seguenti soggetti: aeroporti, installazioni e automezzi militari, edifici governativi, ponti e militari in divisa. Se si vuole fotografare la popolazione locale è opportuno chiedere il permesso e mantenere un atteggiamento rispettoso. In alcuni luoghi sacri e in qualche museo non sono ammesse macchine fotografiche o telecamere senza permesso ed in certi templi bisogna pagare la tassa d’ingresso per la video-camera.

Gastronomia: l’ingrediente principale della cucina locale è il riso. Viene condito con verdure, carne o pesce e spezie locali. La birra e gli alcoolici locali sono ottime.

Acquisti: artigianato tradizionale come tessuti, oggetti in argento e legno intagliato.

Mance: La generosità specialmente in Asia, è considerata una virtù, e per i buddhisti un’occasione per guadagnarsi meriti per una migliore incarnazione nella vita successiva. I birmani hanno un forte spirito di ospitalità e amano aiutare senza aspettarsi niente in cambio, fa parte della loro educazione. Dare offerte nei monasteri, mance agli autisti, guide, camerieri ecc. è però considerata regola naturale di comportamento, ed è quindi attesa. Consigliamo per un tour di una settimana prevedere almeno usd 30 p.p. di mance locali.

IMPORTANTE: troverete bambini che vi avvicineranno durante le visite:vorremmo pregarvi, per favore, di non dare niente, anche se vi e’ difficile: non solo non risolvete i loro problemi ma create degli accattoni di professione e alimentate il loro sfruttamento da parte degli adulti.

Hotels: le camere, in genere, sono disponibili dalle ore 14 in poi il giorno dell’arrivo e devono essere rilasciate entro le ore 12 del giorno della partenza. Questi orari sono indicativi, ed alcuni alberghi possono avere delle regolamentazioni diverse.
Nei casi in cui gli alberghi hanno la disponibilità, in genere mettono a disposizione la camere all’arrivo e sono flessibili anche il giorno della partenza, ma questo non è prevedibile, né confermabile, prima della partenza. Qualora si desidera avere la certezza della disponibilità della camera immediatamente all’arrivo e fino alla sera il giorno della partenza, bisogna prenotarla precedentemente, con il relativo supplemento.

Camere triple e quadruple: la maggior parte degli alberghi dispongono di un’unica tipologia di camera. La tripla è una doppia con il terzo letto aggiunto, non sempre molto comodo in particolar modo per un adulto. Le quadruple praticamente non esistono, bisogna eventualmente prenotare una suite oppure due camere comunicanti.

Itinerari dei tour: gli itinerari possono subire delle variazioni, a volte anche senza preavviso, per motivi di operativi aerei, condizioni climatiche, chiusure momentanee di strade o monumenti, feste nazionali etc.

Ambasciata d’Italia a Yangon:
No. 3, Inya Myaing Road, Golden Valley
Yangon
Telefono: (00951) 52 71 00 / 52 71 01
Telefono cellulare di reperibilità del Funzionario di turno:095419505
(dall'Italia 009595419505).

E-mail: ambyang.mail@esteri.it
Sito Internet: www.ambyangon.esteri.it